Mercato dei crediti di carbonio: come funziona e perché interessa le aziende

Sempre più spesso senti parlare di crediti di carbonio e carbon offsetting, ma non sai esattamente cosa vogliano dire? Ti interessa capire come funziona il mercato del carbonio e perché può interessare alla tua azienda? Il team di Up2You Insight ha realizzato una guida completa per rispondere a tutte queste domande. Scaricala gratuitamente!
Scarica il white paperScarica l'infograficaScarica l'infografica

La crescita del mercato dei crediti di carbonio


Negli ultimi anni il mercato dei crediti di carbonio si è espanso in modo significativo, diventando quattro volte maggiore dal 2020 a oggi, e si prevede che crescerà ancora, arrivando ad un valore di circa 2,4 miliardi di dollari entro il 2027.

Per questo motivo è importante conoscere come funziona il mercato del carbonio, che tipologie di progetti è possibile finanziare e come avviene un percorso di decarbonizzazione.

Crediti di carbonio: cosa sono e perché sono importanti


Per comprendere il carbon offsetting, è necessario innanzitutto capire cosa intendiamo con il termine “crediti di carbonio” (o carbon credits).Come sappiamo, ogni attività compiuta dall’uomo produce una quantità più o meno elevata di emissioni, e l’insieme di tutte le emissioni derivanti da queste attività costituisce quella che definiamo “impronta carbonica” o carbon footprint, un parametro utilizzato globalmente per stimare e quantificare i gas climalteranti legati a prodotti, servizi, aziende, eventi, o più semplicemente a un individuo.

Il carbon offsetting può essere definito come un’attività inversa rispetto all’emissione di gas serra, finalizzata alla mitigazione climatica, in quanto permette alle organizzazioni o alle persone di compensare le proprie emissioni. A tale scopo, vengono finanziati progetti che hanno l'obiettivo di ridurre o catturare le emissioni di gas a effetto serra, ad esempio attraverso la protezione delle foreste o l'installazione di impianti di produzione di energia rinnovabile in regioni particolarmente svantaggiate.

L'obiettivo è quello di bilanciare le proprie emissioni di anidride carbonica, riducendo il proprio impatto sul cambiamento climatico, o addirittura compensando più emissioni di quelle che si sono prodotte. A questo punto possiamo comprendere in modo chiaro cosa siano i crediti di carbonio

Possono essere definiti come uno strumento che attesta l’avvenuta cattura o non emissione di CO₂ attraverso progetti di tutela ambientale, nati con l’unico scopo di compensare o ridurre le emissioni di CO₂. In particolare, a ogni credito di carbonio corrisponde una tonnellata di CO2 equivalente compensata.

Come funziona il mercato del carbonio?


Esistono due tipologie di mercati della CO2, e solo uno può essere utilizzato per attività di compensazione in grado di mitigare il proprio impatto climatico. I due mercati sono:

  • il mercato di conformità;
  • il mercato volontario.

Mercato di conformità: in cosa consiste


Il mercato di conformità è un mercato obbligato, che regolamenta alcune aziende  che operano in settori specifici, fissando loro un tetto massimo di emissioni che queste  possono emettere. Questo sistema è definito “cap and trade”, e prevede che ogni  anno la soglia di emissioni che l’azienda è autorizzata a emettere diminuisca, in modo  tale da favorire una riduzione delle emissioni progressiva nel tempo e sempre più  virtuosa.

Se l’azienda dovesse superare il tetto massimo fissato, è tenuta ad acquistare quote di emissione da altre aziende o a partecipare ad apposite aste. Le aziende rientranti in questo schema sono responsabili di circa il 45% delle emissioni totali dell’intera Unione Europea e riguardano i settori dell’aviazione, gli impianti  di combustione dei combustibili fossili e le industrie ad alta intensità di emissioni.

I  titoli che certificano le emissioni sono chiamati EUA (Emission Unit Allowances), e ogni  singolo EUA rappresenta una quota di emissioni pari a 1 tonnellata di CO2. Per esempio, se un’azienda di carbone produce meno emissioni rispetto alla quantità massima che le viene assegnata (cap), la differenza viene tradotta in quote di emissione,  che l’azienda può vendere o conservare per usi futuri (trade).  

Mrcato di conformità dei crediti di carbonio

Il mercato volontario dei crediti di carbonio


Se da un lato le aziende operanti in determinati settori sono tenute a rispettare dei  limiti di emissione, dall’altro è possibile compensare le proprie emissioni in modo volontariomitigando così il proprio impatto sul cambiamento climatico. In questo caso si parla di “voluntary carbon market” (mercato vo lontario dei crediti di carbonio), nel quale le organizzazioni possono acquistare liberamente crediti di carbonio che rappresentano una riduzione/rimozione equivalente delle emissioni prodotte.

Per aiutarti a comprendere meglio questi concetti e per spiegarti nei dettagli come funziona l'offsetting, abbiamo realizzato una guida completa per comprendere gli strumenti della decarbonizzazione. Clicca il link qui sotto e scaricala gratuitamente!

Scarica il white paper gratuito

Ma quanto costa un credito di carbonio?


All’interno dei mercati volontari del carbonio non viene stabilito un prezzo fisso a monte, ma questo dipende dall’incontro tra domanda e offerta. Quindi, il prezzo di un credito di carbonio (1 tonnellata di CO2 eq) può variare ampiamente, sulla base di vari fattori (tra cui: la qualità dei progetti che generano i crediti, la tipologia dei progetti, i volumi acquistati, etc.). 

Secondo le proiezioni delle principali organizzazioni internazionali (es. IEA, International Energy Agency) e delle principali banche e società di consulenza che hanno affrontato il tema, il prezzo dei crediti di carbonio è destinato a salire significativamente nel medio-lungo periodo.

Questo perché un numero sempre maggiore di aziende si prefiggono obiettivi di neutralità e di riduzione delle emissioni di carbonio (domanda), ma dall’altra parte i progetti di cattura delle emissioni di carbonio richiedono tempi lunghi e ingenti risorse per essere realizzati (offerta).

Molte aziende cercano spesso di compensare le proprie emissioni attraverso l’acquisto dei crediti di carbonio con i prezzi più bassi sul mercato, pensando che acquistandone di più si effettui una maggiore riduzione del proprio impatto ambientale sul pianeta. Questo non è necessariamente vero: per effettuare un efficace percorso di riduzione e compensazione, è infatti fondamentale considerare la qualità dei progetti che si sceglie di sostenere. Qualità che si misura attraverso il rispetto di determinati requisiti ben definiti. 

Ecco perché è fondamentale collaborare con partner come Up2You, che dispone solamente di progetti certificati secondo i principali standard a livello globale e, all’interno di questi, compie un’accurata selezione attraverso metodologie di rating dei singoli progetti. Questo per garantire al cliente il massimo livello di qualità a ogni step.

Perché affidarsi a progetti ambientali certificati?


Esistono soggetti internazionali che si occupano di verificare che un progetto rispetti determinati requisiti. Questo permette di garantire che la compensazione ottenuta dai crediti di carbonio generati attraverso questi progetti sia trasparente e di qualità, e che sia realmente catturato o evitato un certo quantitativo di CO₂.

Lo standard più utilizzato a livello globale è il Verified Carbon Standard (VCS) di Verra. Questo stabilisce le regole e i requisiti che tutti i progetti di compensazione devono seguire per essere certificati. Negli ultimi 10 anni si è assistito a un +1.000% di crediti di carbonio ritirati. VCS ne costituisce il 60%.

L’iter di certificazione di un progetto prevede che questo venga sottoposto ad audit da terze parti, che periodicamente vengano rilasciate documentazioni che attestano la quantità di CO₂ effettivamente catturata o non emessa e report tecnici che forniscano un aggiornamento sullo stato di avanzamento del progetto in questione. 

Come si sceglie quindi un progetto di offsetting? Cosa può fare un'azienda per iniziare un percorso di decarbonizzazione?

Se vuoi iniziare il tuo percorso di sostenibilità ambientale, ma non sai da dove partire, oppure se vuoi semplicemente approfondire questi argomenti, compila il form qui sotto per ottenere la guida completa in cui troverai tutti gli strumenti che utilizzano le aziende per raggiungere la neutralità carbonica.

Compila il form e scarica il white paper
Compila il form e scarica l'infografica
Compila il form e scarica l'infografica
Compila il form e scarica l'infografica