21.10.2022

Turismo sostenibile: le richieste dei viaggiatori e le soluzioni possibili con Up2You

La definizione di turismo sostenibile ha affascinato i viaggiatori di tutto il mondo, che chiedono scelte consapevoli alle aziende. Ecco quali.
4
minuti
minuto
di lettura

I viaggiatori, soprattutto quelli più giovani, chiedono a gran voce un turismo sostenibile e responsabile, che riduca le emissioni di CO₂ e l’impatto dei trasporti sul global warming. 

Secondo un recente studio del World Resources Institute, sappiamo che tra le attività più ad alto impatto di emissioni di CO₂ c’è il settore dei trasporti, che impatta per il 16,2%. I consumatori consapevoli, soprattutto quelli più giovani, si dichiarano disposti a spendere anche più della media per avere servizi a basso impatto ambientale. L’unione di questi due dati conferma l’importanza di un nuovo tipo di turismo, più sostenibile e responsabile, che tenga viva la magia del viaggio, ma senza impattare negativamente sull’ambiente. 

Per questo noi di Up2You abbiamo realizzato una serie di idee per il turismo sostenibile, che le aziende del settore viaggi e hospitality possono mettere in atto, integrando azioni semplici nelle loro attivitĂ , che possono avere un impatto positivo in termini di sostenibilitĂ  e visibilitĂ .

Cos’è il turismo sostenibile?

L’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) propone una definizione del concetto di turismo sostenibile:

“si tratta del turismo consapevole del suo impatto sociale, economico e ambientale presente e futuro, in grado di soddisfare le esigenze dei visitatori, delle comunità locali, dell’ambiente e delle aziende”. 

Ci sono diverse ricerche che confermano che questo concetto è sempre più presente nel settore, proprio per il suo elevato impatto ambientale e sociale. 

Secondo una ricerca di Junker che ha coinvolto oltre 40.000 viaggiatori italiani, quasi il 63% delle persone intervistate tiene conto della sostenibilitĂ  di un viaggio durante la sua pianificazione*.

Questo dato è allineato a tutto quello che sappiamo sui consumatori più giovani, in particolare Millennial e Gen Z, ma per la prima volta il sondaggio ha preso in considerazione anche viaggiatori più maturi. 

Quello che ha evidenziato, insieme a un’altra ricerca firmata McKinsey**, è che molti considerano il viaggio un piacere che non deve essere intaccato dal senso di colpa. Per questo sono disposti a volare su aerei carbon neutral e a soggiornare presso aziende sostenibili del settore hospitality. 

Idee di turismo sostenibile per le aziende

Nel caso di una compagnia che si occupa di viaggi, la via piĂą immediata per ridurre la propria carbon footprint sarebbe ottimizzare i trasporti, sostituendoli per quanto possibile a mezzi elettrici, assicurarsi che i posti siano tutti occupati per diluire i costi (economici e ambientali) tra i passeggeri, compensare la COâ‚‚ emessa attraverso il sostegno a progetti certificati di cattura delle emissioni di gas serra etc.

Anche le strutture alberghiere e ricettive possono trovare modi di favorire la sostenibilitĂ .

L’azione più semplice da intraprendere è ridurre o eliminare completamente i prodotti monouso e l’uso di confezioni in plastica, oppure si possono realizzare interi pasti (colazioni comprese) a km 0, o ancora, devolvere una parte di ogni prenotazione a progetti di offsetting che compensino le emissioni. 

Anche Up2You ha creato una serie di servizi volti a favorire il turismo sostenibile: 

  • Neutral Company, applicato alle strutture alberghiere, è un servizio dedicato ad attivitĂ  che vogliono compensare le emissioni di COâ‚‚ tramite l’offsetting. Insieme a noi calcolano le proprie emissioni, le riducono e scelgono i progetti da finanziare in tutto il mondo per compensare le emissioni restanti, infine comunicano il loro impegno in maniera chiara ai futuri ospiti.
  • Non Disturbare con il quale la struttura ricettiva propone al cliente di rinunciare alla pulizia e al rifacimento della sua camera per una o piĂą notti, ricevendo come premio per la sua scelta sostenibile la possibilitĂ  di piantare un albero. Il cliente potrĂ  successivamente seguire l’evoluzione del progetto con email di aggiornamento.
  • Zero Emission Travel grazie a cui viene data la possibilitĂ  a chi prenota di compensare le proprie emissioni prodotte dal viaggio e dalla permanenza in struttura.

Perché diventare un’azienda nel turismo sostenibile

I vantaggi di intraprendere la tua climate journey, se lavori nel campo del turismo, sono numerosi. Ѐ un’opportunità per ridurre la Carbon Footprint della tua azienda, ma anche per rispondere alle richieste dei viaggiatori e alle loro preoccupazioni sulle emissioni di anidride carbonica di spostamenti e soggiorni. Viaggiare torna ad essere solo un piacere, un desiderio condiviso da aziende e consumatori che scelgono insieme la via più sostenibile. 

Ricorda che le grandi multinazionali a breve dovranno rendicontare le emissioni di CO₂, anche quelle indirette dei loro partner e collaboratori. Ecco che anche quando ci si sposta per lavoro, si possono organizzare viaggi a ridotto impatto ambientale. Un’azienda che organizza viaggi all’insegna del turismo sostenibile ottiene quindi un vantaggio competitivo nelle potenziali partnership. 

Ma come si diventa effettivamente un’azienda che rientri nella definizione di turismo sostenibile? Partendo dalle basi. Evitare spostamenti non necessari, maggiori investimenti nell’offsetting, scelte consapevoli sia da parte dell’ospite che dal gestore della struttura in modo da ridurre l’impatto del soggiorno e dei servizi offerti inclusi i trasporti. Scrivici per sapere come iniziare il tuo percorso per diventare una Neutral Company. 

‍

*Fonte: https://junker.app/tutti-pazzi-per-la-sostenibilitaanche-in-vacanza/ 

**Fonte: https://www.mckinsey.com/industries/travel-logistics-and-infrastructure/our-insights/five-fifty-travel-takes-off?cid=fivefifty-eml-alt-mkq-mck&hlkid=cf5713ff717d4398b11e6c188272eb3b&hctky=12673102&hdpid=6ce0b2f8-896d-48be-8eaa-f8fee0fb959f