Green marketing vs greenwashing
Questo studio è apparso su
18.11.2021
4
minuti
di lettura
minuto
Green washing
Green marketing

Green marketing vs greenwashing: la guida definitiva per comunicare correttamente il tuo impegno sostenibile

Quali sono le linee guida per definire e realizzare la strategia di comunicazione e di marketing di un’azienda che punta sulla sostenibilità ambientale? Facciamo chiarezza.‍
Green washing
Green marketing
Indice contenuti
Indice contenuti
Indice contenuti
In questo articolo
Green marketing: perché usare la sostenibilità ambientale come strategia di comunicazione fa bene al business
Cos’è il green marketing? Chiariamo il concetto
Greenwashing: alzare le antenne!
I 3 comandamenti del green marketing
6 consigli per mostrare la tua autenticità nel green marketing
La soluzione facile e veloce che ti permette di fare green marketing in modo sicuro

{summary#bullet-1}

Green marketing: perché usare la sostenibilità ambientale come strategia di comunicazione fa bene al business


Ormai è un dato di fatto: i consumatori di oggi, soprattutto se millennial o appartenenti alla generazione Z, sono attenti alla sostenibilità e alle aziende che portano avanti in modo concreto il loro impegno di tutela ambientale.

A dimostrarlo sono diversi studi:

  • un’analisi del MIT Sloan Management Review ha mostrato che le aziende che hanno incorporato la sostenibilità nelle loro strategie aziendali hanno ottenuto un aumento del 37% nella loro reputazione e un aumento del 18% nel loro valore di mercato;

  • uno studio condotto dalla società di consulenza Accenture ha rivelato che le aziende che hanno adottato pratiche sostenibili hanno visto un aumento del 13% nella loro redditività e un aumento del 20% nella loro produttività;
  • la società di ricerca di mercato Nielsen ha mostrato che il 66% dei consumatori è disposto a pagare di più per prodotti provenienti da aziende impegnate in pratiche sostenibili.

In questo panorama, le imprese si trovano a dover analizzare le loro pratiche e scegliere come ridurre l’impatto delle proprie attività. Solo dimostrando di essere davvero impegnati in percorsi di sostenibilità ambientale, infatti, potranno far crescere il loro business e accontentare consumatori consapevoli.

Vuoi saperne di più sui vantaggi che un percorso di sostenibilità ambientale potrebbe portare al tuo business?
Scarica la nostra guida gratuita: "Sostenibilità ambientale per lo sviluppo del business"

Green marketing: comunicare la sostenibilità

{summary#bullet-2}

Cos’è il green marketing? Chiariamo il concetto

Che si parli di marketing green, green advertising o marketing sostenibile, il concetto è lo stesso: sviluppare, promuovere e valorizzare prodotti e servizi in grado di generare un impatto ambientale realmente ridotto in confronto alle alternative offerte sul mercato.

In poche parole, usare il percorso di sostenibilità intrapreso dall’azienda come leva di marketing per differenziarsi dai competitor.

Quando si tratta di comunicare un percorso di sostenibilità, però, bisogna fare molta attenzione: i rischi sono tanti e in alcuni casi possono rivelarsi davvero dannosi per le aziende. 

{summary#bullet-3}

Greenwashing: alzare le antenne!

Con questo neologismo si intende una strategia di comunicazione o di marketing che presenta come sostenibili delle attività, cercando di nasconderne l’impatto negativo

Si tratta, in pratica, di darsi una patina di credibilità ambientale distogliendo l’attenzione dagli effetti negativi delle proprie attività o dei propri prodotti. Eccoci, quindi, davanti al vecchio dilemma tra essere e apparire. 

Ma bisogna essere per forza poco professionali per adottare il greenwashing

Purtroppo la risposta è no, e per questo le aziende devono prestare particolare attenzione alle proprie iniziative in ambito sostenibilità per evitare di ottenere questo spiacevole bollino. 

Ci aiuta a capirne di più Alessandro Broglia, Co-Fondatore e Chief Sustainability Officer di Up2You.

Alessandro Broglia: green marketing vs greenwashing

<L’interesse verso la sostenibilità ambientale è in fortissima crescita: questo comporta da un lato un continuo sviluppo di nuove soluzioni, dall’altro però favorisce la nascita di player più “improvvisati” che propongono soluzioni amatoriali al problema.

Di pari passo, anche le aziende vedono sempre più spesso i propri competitor muovere dei passi nella direzione della sostenibilità e si rendono conto che non possono più attendere. Talvolta, non sapendo come muoversi, scelgono soluzioni improvvisate, ancor peggio se unite a claim d’effetto. 

Un esempio? Dichiarare un prodotto di plastica monouso “a impatto zero” perché l’azienda ha collaborazioni con enti benefici per la tutela degli oceani.

Anche qualora l’azienda avesse compiuto questa iniziativa con le migliori intenzioni, sarà probabilmente oggetto di spiacevoli, ma meritate, accuse di greenwashing.

Ovviamente è un approccio molto semplicistico e comodo, ma espone incredibilmente l’azienda che potrà cavalcare lo slogan per qualche mese, finendo però nell’occhio del ciclone. Oltre a non valerne certo la pena, gli impatti concreti sull’ambiente saranno assai limitati.

In Up2You riteniamo che adottare un approccio tecnico-scientifico alla sostenibilità ambientale, basato su best-practice e standard internazionali, sia fondamentale. 

C’è però una differenza rispetto alle grandi società di consulenza o enti di ricerca: vogliamo renderlo semplice tanto quanto l’azione “facilona” in stile greenwashing che sconsigliamo.

Alcune nostre soluzioni, per esempio, guidano le aziende in un percorso verso la sostenibilità ambientale con un approccio bullet-proof e con la semplicità di un abbonamento mensile, come Netflix.

Secondo noi questa è un’arma potentissima contro il greenwashing.>

Insomma, se il greenwashing fosse un personaggio di fantasia a noi ricorderebbe Iago, l’antagonista di Otello che con le sue bugie manipola tutti gli altri personaggi, ma con Up2You abbiamo trovato un modo per fermarlo, come ci ha spiegato Alessandro.

Altra cosa è invece il green marketing, che consiste nello sviluppare, promuovere e valorizzare prodotti e servizi in grado di generare un impatto ambientale realmente ridotto in confronto alle alternative offerte sul mercato.

Sei in difficoltà e temi di non riuscire a distinguere il greenwashing dal green marketing? Niente panico! Ecco i 3 comandamenti del green marketing.

{summary#bullet-4}

I 3 comandamenti del green marketing

  1. Essere certi dell’impegno che si dichiara: se ci si vuole dedicare a una strategia di green marketing, è fondamentale essere coerenti, trasparenti e concreti.

  2. Sostenere tutte le affermazioni che si fanno con prove: essere vaghi non sostiene in modo esaustivo le attività di un’azienda sostenibile.

  3. Non ingannare il consumatore con termini fuorvianti come “tutto naturale”, “riciclato”, o con affermazioni tipo “la nostra azienda è green!” o “siamo sostenibili!”: attenzione alle etichette!

{summary#bullet-5}

6 consigli per mostrare la tua autenticità nel green marketing

  1. Dire la verità: l’informazione verso il consumatore finale deve essere trasparente. Come? Ve lo indichiamo nei prossimi punti.

  2. Fornire prove chiare, mostrando, oltre che raccontando. Come si fa? Iniziando con foto e video di ciò che si fa.

  3. Essere molto attivi sui social: le prove sono un appello ai consumatori, specialmente in forma visiva! Le piattaforme social sono i luoghi perfetti per diffondere il messaggio di un’azienda.

  4. Sollecitare suggerimenti: i clienti che apprezzano ciò che fa un’azienda che sostiene il pianeta sono preziosi, a loro si può chiedere spunti sulle pratiche aggiuntive da incorporare.

  5. Trovare il giusto equilibrio: è importante trovare il giusto equilibrio tra i contenuti che raccontano un’azienda e come si sforza di essere sostenibile.

  6. Affidarsi a certificazioni internazionali: quando si inizia un percorso di sostenibilità è fondamentale affidarsi a soluzioni che rispecchiano gli standard internazionali. 

{summary#bullet-6}

La soluzione facile e veloce che ti permette di fare green marketing in modo sicuro

In Up2You aiutiamo le aziende a iniziare il proprio percorso di sostenibilità ambientale grazie a soluzioni semplici e certificate, e le aiutiamo a comunicare in modo efficace i risultati ottenuti, senza incorrere nel rischio di greenwashing.

Sono già più di 270 le aziende che si sono affidate a noi per iniziare il proprio percorso verso la neutralità carbonica. Unisciti a loro e inizia subito a ottenere risultati!

Vuoi iniziare subito il tuo percorso di sostenibilità ambientale o vuoi capire come comunicare al meglio le tue azioni sostenibili? Contattaci ora

Vuoi leggere di più? Scarica il white paper completo!

Scopri i nostri progetti
Forma e coinvolgi il personale con azioni sostenibili
Scopri come
Scarica gratis le risorse di Up2You Insight
Scopri Up2You Insight
Up2You Insight: la sostenibilità ambientale spiegata semplice
Calcola ora la tua carbon footprint aziendale
Scopri come
Inizia subito a ridurre le emissioni della tua azienda
Scopri come
Compensa ora le emissioni non riducibili
Scopri come
Inizia subito a comunicare i tuoi risultati
Scopri come
Certifica ora il tuo percorso di sostenibilità ambientale
Scopri come
Redigi ora il tuo bilancio di sostenibilità
Scopri come
Bilancio di sostenibilità Up2You
Calcola e monitora le emissioni del tuo portafoglio
Scopri come
Inizia il tuo percorso verso la certificazione
Diventa B Corp
Certificazione B Corp
Rendi il tuo evento carbon neutral
Scopri come
Monitora le performance di sostenibilità di partner e fornitori
Scopri come
Unisci team building e sostenibilità nella tua azienda
Scopri come